manuale_insolvenza

home / Archivio / Fascicolo / La corporate governance responsabile e sostenibile

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


La corporate governance responsabile e sostenibile

Niccolò Abriani

Il tema dell’interesse sociale campeggia da sempre sullo sfondo di ogni riflessione sul governo societario: come conferma la circostanza che risale esattamente a ottant’anni fa l’avvio del celebre Berle-Dodd debate incentrato sulla questione “For Whom Are Corporate Managers Trustees?”, mentre si è appena spenta l’eco del cin­quantenario dal noto e influentissimo articolo pubblicato da Milton Friedman sul New York Times nel 1970 e del centenario dalla causa Dodge vs. Ford, conclusa nel 1919 con la condanna di Henry Ford da parte dei giudici del Michigan sulla base dell’assunto che “a business corporation is organized and carried on primarily for the profit of the stockholders”.

Se tali ricorrenze evocano i vichiani “corsi e ricorsi” (ricordandoci, con Carlo Levi, che “il futuro ha un cuore antico”), indiscutibile è l’accelerazione che i temi legati alla sostenibilità hanno registrato in questi ultimi anni. La crescente rilevanza assegnata ai fattori ambientali, sociali e di governo coinvolti dall’attività imprenditoriale – riassunti nell’acronimo ESG (Enviromental, Social e Governance) – viene a tracciare una linea evolutiva che induce ormai tutti gli interpreti a riconsiderare le tradizionali questioni della corporate governance nella prospettiva della [continua..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio